Natale Martanese a Martano

Il Natale Martanese a Martano (LE) celebra le feste con un variegato calendario di eventi, pensati non solo per far divertire, ma anche per far riflettere sul valore e sull’importanza della solidarietà, dell’uguaglianza, della sostenibilità e delle tradizioni locali.

Natale Martanese a Martano 2017: date ed eventi

Siamo in attesa delle date ufficiali.
Dal: 11/12/2017Al: 09/01/2018
Comune: Martano
Nascondi Mappa
Evento finito. In attesa delle date del prossimo anno

Il Natale Martanese a Martano si svolge dall’11 dicembre 2017 al 9 gennaio 2018. La manifestazione prevede tantissimi eventi, che spaziano da attività a carattere ludico e ricreativo a momenti di riflessione e solidarietà, per feste all’insegna della tradizione, della condivisione e della valorizzazione delle usanze e dell’arte del “fare” locali.

Link: comune.martano.le.it

Natale Martanese a Martano_img

Natale Martanese a Martano

Che cosa fare e vedere a Martano

Situata nel Salento centro-orientale, Martano (LE) ha origini antichissime. Le prime tracce di un insediamento umano risalgono alla preistoria e sono testimoniate dai monumenti megalitici Specchia dei Mori e Menhir del Teofilo. In seguito, la città è diventata una colonia greca, subendo un profondo processo di “grecizzazione”, che ne ha influenzato radicalmente cultura e tradizioni e di cui si riscontra l’effetto anche nel dialetto locale, il Griko.

La storia di Martano, tuttavia, non si ferma a quella più antica, come testimonia un ricco patrimonio di edifici e luoghi di interesse risalenti al XVI secolo e ai successivi.

Tra quelli religiosi si ricordano la Chiesa Matrice, dedicata alla Madonna Assunta e costruita nel 1596 al posto dell’edificio di rito greco, la Chiesa con annesso l’ex Convento dei Domenicani (edificata nel 1652, ma più volte rimaneggiata nei secoli successivi), la Chiesa dell’Immacolata in stile barocco, la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, la Chiesa della Madonnella e il Monastero di Santa Maria della Consolazione. Quest’ultimo è stato abitato a lungo dai padri alcantarini, quindi – in seguito a una breve parentesi francescana – è passato in mano all’ordine dei cistercensi, che lo gestiscono tutt’oggi.

Per quanto riguarda le architetture civili, invece, sono meritevoli di attenzione le case a corte, tipiche abitazioni della Grecìa Salentina e del Salento, e i numerosi palazzi presenti in città e negli immediati dintorni.

0 / 5     voti: 0 Lascia la tua Recensione

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto *