Mercatino di Natale di Grosseto

I tradizionali stand in legno, ma anche la Casetta di Babbo Natale, una piccola stalla e una carrozza. Il Mercatino di Natale di Grosseto (GR) non è solo un luogo dove fare shopping, ma pure un’occasione per vivere la magia e la bellezza delle feste.

Mercatino di Natale di Grosseto 2017: date ed eventi

Siamo in attesa delle date ufficiali.
Dal: 06/12/2017Al: 24/12/2017
Comune: Grosseto
Nascondi Mappa
Evento finito. In attesa delle date del prossimo anno

Il Mercatino di Natale di Grosseto si svolge dal 6 al 24 dicembre 2017 in piazza della Palma. L’evento prevede la presenza di dieci stand in legno dove acquistare oggetti artigianali e prelibatezza “made in Maremma”, oltre alla Casetta di Babbo Natale e a una piccola stalla in cui sono ospitati asinelli e pony.

Per chi vuole visitare la città in modo inconsueto, è possibile effettuare un giro con una carrozza trainata da cavalli, messa a disposizione dalla “Compagnia dei carri” di Enrico Cheli.

Link: turismogrosseto.it

Mercatino di Natale di Grosseto_img

Mercatino di Natale di Grosseto

Che cosa fare e vedere a Grosseto

Insediamento di origini preistoriche, Grosseto (GR) è il capoluogo della Maremma e sorge in una grande pianura alluvionale a poco più di 10 km dal mare.

La sua storia è ricca di fatti di grande rilevanza, dal periodo d’oro vissuto in epoca medievale sotto la potente famiglia Aldobrandeschi, di cui era la roccaforte, fino ai più recenti e drammatici eventi di epoca moderna, tra cui l’eccidio di Maiano Lavacchio e l’alluvione del 4 novembre 1966, che la devasta letteralmente.

Nonostante i danni patiti, Grosseto conserva comunque tantissime vestigia del suo glorioso passato, in primis la cerchia muraria che circonda il centro storico.

Tra gli edifici religiosi sono rilevanti invece la Cattedrale di San Lorenzo, edificata tra la fine del XIII e l’inizio del XIV secolo, la Chiesa di San Pietro e la Chiesa di San Francesco, che conserva al suo interno un Crocifisso ligneo duecentesco di dubbia attribuzione: per alcuni studiosi infatti è opera di Duccio di Buoninsegna, per altri invece del Maestro di Badia ad Isola e per altri ancora di Guido di Graziano.

Infine, le opere civili più interessanti annoverano Palazzo Aldobrandeschi e il Cassero del Sale, insieme alle numerose ville e fattorie che sorgono in città e negli immediati dintorni.

0 / 5     voti: 0 Lascia la tua Recensione

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto *