Festa del Vischio a Saint Denis

Tutti gli anni, nel periodo che precede il Natale, a Saint-Denis (AO) è organizzata la Festa del Vischio, una tradizione benaugurante, strettamente collegata ad antichissime credenze celtiche e celebrata con tanti eventi.

Festa del Vischio di Saint-Denis 2017: date e programma

Siamo in attesa delle date ufficiali.
Dal: 08/12/2017Al: 08/12/2017
Comune: Saint Denis
Nascondi Mappa
Evento finito. In attesa delle date del prossimo anno

La Festa del Vischio di Saint-Denis si festeggia l’8 dicembre 2017. Appuntamento benaugurante che si rifà ad antichissime tradizioni celtiche, propone un ricco programma di eventi.

Nel corso della giornata, infatti, i visitatori possono acquistare doni unici e originali presso il Mercatino del Vischio, assistere a uno spettacolo di animazione celtica e di cornamuse celtiche itineranti e prendere parte alle celebrazioni tradizionali: la fiaccolata per le vie del borgo, la rievocazione della raccolta del vischio e l’accensione del falò benaugurante.

Link: lovevda.it

Festa del Vischio di Saint-Denis_img

Festa del Vischio di Saint-Denis

Il vischio nella tradizione celtica

I Celti chiamavano il vischio “oloaiacet” e lo consideravano non solo una pianta sacra, ma una diretta emanazione degli dei e simbolo della vittoria della vita sulla morte.

Il motivo di questa credenza discende dal ciclo vitale della pianta, completamente aereo. Il vischio infatti è una sempreverde epifita emiparassita, ovvero nasce e cresce su numerosi alberi della famiglia delle latifoglie, traendone nutrimento e protezione, ma senza danneggiarle o ucciderle. La riproduzione avviene per seme, grazie alla “collaborazione” degli uccelli, che li trasportano da un albero all’altro permettendo loro di trovare l’habitat adatto per attecchire e svilupparsi. I semi che cadono in terra invece muoiono.

Utilizzato per pozioni e unguenti magici e curativi, il vischio era raccolto dai Celti, prima delle attuali feste natalizie, durante uno speciale rituale, il sesto giorno della luna crescente. La raccolta era effettuata con un panno bianco da un Druido anch’esso vestito di bianco e tori albini erano sacrificati per ingraziarsi le divinità.

0 / 5     voti: 0 Lascia la tua Recensione

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Voto *